Inauguriamo con questo numero un nuovo servizio di informazione per i Soci , i Volontari , i Dipendenti ed i simpatizzanti tutti della Croce Azzurra, che va ad aggiungersi a quanto già presente sul sito internet dell'Associazione

Iscriviti anche tu alla News Letter cliccando QUI

News Letter n° 1 del 23/01/2014

1964 -2014

50 anni con Reggello

 

Correva l’anno 1964, il presidente del consiglio Aldo Moro inaugurava l'autostrada del Sole, i Beatles e i Rolling Stones ci facevano ascoltare le loro canzoni rock, la Ferrero produceva il primo vasetto di Nutella , l'Inter vinceva il primo scudetto dell'era Moratti e mentre l'Italia proseguiva nella ricostruzione e nel boom, il 23 febbraio a Reggello un gruppo di pionieri si riuniva per far nascere una associazione di solidarietà.

Il primo consiglio direttivo era così composto : Presidente Priamo Nocentini, V. Presidente Giuseppe Salvucci (Assessore comunale), Segretario Antonino Reggioli, Cassiere Dante Pasquini, Economo Dino Bigazzi, Vice Segretario Enzo Montigiani e Consiglieri Alfonso Rossi, Italo Bastiani e Pietro Maddii.

In questo mezzo secolo molto è cambiato, ma la croce Azzurra continua il suo impegno quotidiano in una vasta gamma di servizi rivolti alle persone malate, alle diversamente abili, a quelle anziane , infortunate o comunque bisognose di aiuto . Quasi una vita verrebbe da dire, composta dalle tante storie delle persone che vi ruotano dentro, attorno ed attraverso; da chi ha usufruito e continua ad usufruire dei diversi servizi e da chi, impegnandosi , tali servizi tiene in piedi rendendoli possibili in estate e in inverno, con il sole e con la pioggia, col caldo e con il freddo, tutti i giorni della settimana, da cinquantanni.

Storie e realtà diverse che si intrecciano , si mischiano ed a volte si scontrano , ma guai a troncarle perché questa è la vita.

Questa è la nostra idea di servizio sociale, il nostro sogno e quanto facciamo è la nostra interpretazione del sogno a cui stiamo dedicando energie e tempo .

Questo è quello che cerchiamo di realizzare tutti i giorni, migliorandoci di continuo e senza perdere mai la voglia di sognare; senza i sogni non si sarebbero realizzate le tante cose fatte, restando vicini alle persone nelle avversità che la vita inspiegabilmente presenta.

Esistono beni preziosi dal valore inestimabile di cui ci si rende conto solamente nel momento in cui mancano , sono questi beni immateriali come l'acqua, l'aria pulita, il verde, l'amicizia , la tenuta e sicurezza del territorio , elementi che sembrerebbero scontati e di cui non ci accorgiamo del valore fino a quando non viviamo sulla nostra pelle gli squilibri e le necessità che la vita porta.

A questa schiera di beni appartengono i beni relazionali e fra questi vi rientrano la solidarietà, la cooperazione , il legame con il territorio e la disponibilità al servizio, beni spesso poco conosciuti , ma nei quali è la relazione stessa che si instaura fra le persone ad essere la fonte prima di soddisfazione.

Le nostre persone , siano essi volontari che dipendenti, sono i professionisti che con il loro impegno producono beni relazionali che sostengono la coesione sociale di un territorio, diventando operai invisibili di un progetto tutto teso allo sviluppo della sostenibilità.

Solamente gli utenti, i familiari, i colleghi e gli amici hanno la fortuna di conoscere o meglio riconoscere i fantastici lavori che vengono realizzati quotidianamente dalle nostre persone nella sola consapevolezza di aver potuto contribuire ad un qualcosa di importante, senza un valore economico apparente, che si ripete quotidianamente da mezzo secolo .

In tutti questi anni l'impegno congiunto fra la Croce Azzurra, i cittadini e le varie istituzioni ha permesso di realizzare numerosi servizi sociali e non solo, per rispondere sempre più e meglio alle mutate esigenze delle persone e delle famiglie, impegno che ha consentito sia la crescita e la qualificazione dei nostri servizi che la realizzazione di iniziative che si sono sempre caratterizzate per la qualità e l'innovazione.

Alle iniziative più recenti, dal pranzo agli anziani, alle feste del Natale e dell'Epifania, se ne affianca ora un'altra, resa possibile grazie dalla collaborazione e disponibilità di alcuni esercizi commerciali che hanno offerto sconti significativi su molti generi e servizi di prima necessità e che abbiamo voluto appositamente chiamare RICOMINCIO DA REGGELLO per indicare la strada che intendiamo percorrere per andare maggiormente incontro ai più colpiti da questo difficile periodo e di cui nel prossimo numero daremo l'elenco aggiornato.

A presto!!!